Dialogare, essere presenti e veloci.

Dato di fatto:

i social network non dormono mai.

L’approccio nella gestione e nel rapporto con gli utenti è quindi molto diverso rispetto alle  classiche email o alle telefonate del customer care.

I canali social principali dovrebbero essere presidiati il più possibile – pur senza perderci il sonno – perché la reputazione del brand passa anche dalla rapidità e dall’efficacia con cui sa rispondere a un quesito o a una problematica via Twitter.

Qualunque sia la dimensione della tua azienda, è sempre bene farsi alcune domande fondamentali prima iniziare a utilizzare i Social Network.

Quali canali utilizzare?

Facebook, Instagram, LinkedIn, Pinterest, Twitter, Snapchat sono tutti canali social, ma quali servono davvero alla tua azienda?

Quali sono gli obiettivi?

Per quale motivo vuoi portare la tua azienda sui Social? Brand Reputation, Customer Care, Brand Awareness, Social Selling sono tutti obiettivi possibili ma quali vuoi

raggiungere concretamente?

Quale target audience da intercettare?

A chi ti rivolgi? Quale il tuo pubblico di riferimento?

Prima di partire occorre identificare cosa comunicare e a chi comunicare.

Quale tono di voce utilizzare?

Voglio utilizzare i social come nuovo canale istituzionale oppure voglio “svecchiare” la comunicazione della mia azienda o snellire il rapporto con i clienti?

Ad ogni strategia il suo tone of voice

Perché dovrebbe servirmi l’aiuto di un professionista?

Quello dei Social Media è solo apparentemente un campo semplice, creare una strategia di Social Media Marketing richiede impegno, conoscenze e sensibilità che è difficile improvvisare.

Come possono aiutarti dei professionisti?

Creare sempre contenuti originali e interessanti Il contenuto, oggi, è la benzina che dà energia a tutte le attività di marketing. Anche sui social network, dunque, è bene avere una solida content strategy con un calendario

editoriale ad hoc.

Meglio non condividere lo stesso post su più piattaforme, ma creare un contenuto dedicato per ciascun canale, assecondandone le specificità.

Massima attenzione anche a copy e veste grafica, per generare più engagement possibile.

Monitorare i competitor

Sicuramente la forza commerciale della tua azienda conosce a menadito i listini, i punti di

forza e le debolezze della concorrenza. Perché ciò dovrebbe essere diverso per chi si

occupa di social media?

Tenere d’occhio i competitor, paragonando anche le performance medie e i trend di

crescita, consentirà di avere un benchmark dei tuoi risultati e di sapere sempre come si

muove la comunicazione altrui.

Conoscere i Tool giusti

Il web, oggi, è una vera miniera di tool estremamente efficaci che rispondono alle più

svariate esigenze di social media management.

Dalla programmazione e calendarizzazione dei post all’analisi dei KPI, dalla creazione di

contenuti visivi e multimediali all’ascolto e al monitoraggio, esiste lo strumento giusto per

ogni attività.

Rispondere sempre (nel modo giusto) anche ai feedback negativi

Rispondere in modo costruttivo e aperto a eventuali critiche, obiezioni e domande poste

in modo circostanziato.

E' sicuramente di una scelta vincente. Gli utenti si fideranno molto di più del tuo brand se

lo percepiscono come aperto al confronto e trasparente nei confronti delle critiche. E

soprattutto – ricordati di rispondere sempre!

Copia di:Sperimentare nuovi canali e nuove modalità di interazione

Ogni giorno nuovi canali social nascono e altri muoiono (come, recentemente, Vine).

Perché non provare a sperimentare qualcosa di diverso rispetto ai soliti Facebook, Twitter

e Pinterest? Potresti scoprire scenari interessanti per il tuo brand e coprire nicchie

dall’alto potenziale.

Alcune idee: i broadcast di Telegram e Whatsapp, postare i backstage aziendali su

Snapchat, impostare un BOT su Messenger per interagire con gli utenti in modo

automatizzato, oppure sfruttare il potenziale delle lead generation per raccogliere iscritti

alle newsletter direttamente dalla pagina Facebook.

Tracciare il Traffico

Sapere esattamente quanto traffico portano i diversi canali social al sito web è un passo

fondamentale in qualsiasi social strategy.

I migliori alleati sono Bitly, Google Analytics e gli insights delle singole piattaforme.

Please reload

La costanza paga!

Non importa postare diverse volte al giorno oppure una volta alla settimana. Quello che

paga è la costanza: crea l’aspettativa, coltiva la relazione, diventa una presenza attesa e

gradita.

Diffidate da chi vi promette "risultati garantiti"

Il Social Media Marketing non è una scienza esatta: è un mondo estremamente

complesso in cui entrano in gioco ogni giorno fattori differenti nel spostare gli equilibri di

una campagna. Solo con test e strategie ragionate possono arrivare i risultati sperati.

Prodotto (e Azienda) sempre al primo posto

I Social Network non fanno miracoli. Se il tuo prodotto non funziona o ha dei problemi la

colpa non sarà mai di Facebook. Se la tua azienda ha una cattiva reputazione offline e

non fai nulla per migliorarla non saranno i social a salvarla. I Social sono solo un canale

della tua strategia di comunicazione.

Please reload